Il caffè americano

Il caffè americano vero si prepara con il filtro. In particolare si utilizza una bowl di vetro con un bollitore e un filtro per infusione in carta o in metallo. Ma si può anche fare con strumenti in vetro, porta filtri a cono e acqua calda versata dall’alto. Quando chiediamo un americano in america ci danno un grosso bicchiere spesso di carta con uno speciale anello in cartone che protegge le mani dal bollore della bevanda. Può essere servito anche in altre tipologie di bicchieri ma quello da 8 once, circa due tazze di cappuccino, è il più visto.

In Italia al bar sentiamo spesso dire “un caffè americano per favore” ma in realtà stiamo ordinando un caffè Espresso in tazza grande con acqua bollente da aggiungere a parte e non un caffé a filtro come è fatto in America. 

Proprietà del caffè americano

Chi dice che il caffè americano fa male non sa di cosa parla. Perchè mai dovrebbe far male? 

Il caffè americano servito in italia con acqua è più diuretico dell’espresso in quanto il contenuto di liquido è maggiore. Inoltre se soffriamo di gastrite o iperacidità di stomaco il caffè aiutato dall’acqua diventa più digeribile e meno acido. Il caffè inoltre è ricco di sostanze antiossidanti che aiutano a proteggere il fegato e l’apparato digerente se assunto in quantità adeguate.

Caffè americano calorie

Il caffè americano ha poche calorie. In genere il caffè è quasi privo. Quello che fa aumentare l’apporto calorico e lo zucchero disciolto nel bicchiere. Di solito nel caffè americano ne mettiamo di più perchè la tazza è più grande. Allo stesso modo anche il latte fa aumentare le calorie e rispetto ad un espresso ce n’è molto di più.

Come si fa il caffè americano in casa?

Il caffè americano si può bere anche a casa oltre che al bar! 

Ma quale caffè si usa per fare caffè americano? Come miscela per il caffè americano puoi utilizzare il caffè in polvere macinato ad hoc fatti apposta per questo tipo di preparazione. 

Ora vediamo come fare il caffè americano fatto in casa senza macchina.

  • Prendi una macchinetta adatta per il caffè americano.
  • Usa una miscela in prevalenza arabica o 100% se la trovi perchè le note amare della varietà robusta non sono buone nel caffè americano. Inoltre più è amaro e più zucchero e latte dovrai mettere aumentando così l’apporto di grassi, calorie, zuccheri e caffeina.
  • Si utilizzano dai 4 ai 6 cucchiai di miscela per caffè americano.
    Circa 50 gr di caffè per 150 ml di Questo tipo di miscela si può trovare in Italia nei supermercati più forniti.
  • Inserisci il filtro apposito nella parte in alto della macchinetta. Bagna leggermente il filtro.
  • Aggiungi la miscela nello speciale filtro a cono e versa l’acqua a 90° avendo cura di bagnare tutta la polvere. Non versare insieme tutta l’acqua ma spezza il procedimento in due fasi per lasciare percolare e infondere bene il liquido. 
  • Il caffè si lascia riposare dai 2 ai 5 minuti ed è pronto.

Come fare il caffè americano con la macchina

  • Prendi una macchinetta per il caffè americano. Di solito in commercio si trovano delle bowl tipo caraffe con una piastra riscaldante. La macchina è composta da un filtro, dal boccale, dal serbatoio e la piastra elettrica riscaldante.
  • metti il caffè nel filtro e accendi il dispositivo. 
  • Versa l’acqua nel serbatoio 
  • Aspetta che l’acqua bollente passi attraverso il filtro con il caffè.
  • In pochi minuti avrai tanto caffè da bere durante la giornata.

Quanto caffè per caffè americano? 

Di solito il caffè americano si serve in bicchieri o tazze con misura 250 ml, circa due tazze da cappuccino (8 once).

Quanta caffeina nel caffè americano?

Nel caffè americano c’è più caffeina rispetto a un Espresso. Comunque il caffè americano a filtro si sorseggia tutto il giorno e se ne beve in maggiore quantità rispetto all’Espresso più deciso e scandito da momenti della giornata.

In un Espresso in media il contenuto di caffeina e compreso tra 30 e 50 mg mentre per un Americano servito di solito in misure paragonabili a due tazze di cappuccino, il contenuto va dai 60 ai 120 mg.

Differenza tra caffè americano e lungo

Quando ordiniamo caffè americano al bar in realtà ordiniamo un caffè diluito con acqua, estratto e emulsionato tramite pressione. 

Il vero caffè americano invece prevede la filtrazione a caldo. La polvere utilizzata per l’infusione a filtro è una miscela di grani di dimensioni maggiori rispetto a quella utilizzata per l’Espresso. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *